Perchè i compagni giornalisti di Canale 5 intervistano Ferrero di Rifondazione Comunista ?……

Il Comitato di Redazione di Canale 5 è quello che si oppose, prima delle elezioni all’intervento in tv da solo del candidato Silvio Berlusconi, solo perchè l’altro candidato – Prodi – non aveva accettato di intervenire al dibattito. Berlusconi non potè andare in onda. Stamattina, Canale 5, in una trasmissione di approfondimento di politica parlamentare in cui vengono intervistati onorevoli … Continua a leggere

Giornalista di Repubblica-Espresso massacra un funzionario.

Lo hanno massacrato. Sbattuto su tutti i giornali, indicato a dito. Ha perso il posto. La giustizia però ha decretato che non c’era nulla su cui indagare; una bufala, uno scoop giornalistico ad orolgeria, che colpiva Berlusconi, ovviamente (ma sappiamo proprio dalle intercettazioni che anche uomini politici di sinistra segnalavano nominativi al direttore di RAIfiction; il caso è però stato mediaticammente creato … Continua a leggere

Ecco i nomi dei Compagni Direttori che controllano l’informazione in tv….

TG1 Gianni RIOTTA  (Pd – Prodiano) TG3 Antonio DI BELLA (Pd) GR Radio Antonio CAPRARICA  (Pd) RAI NEWS 24 Corradino MINEO  (Prc) RAI 3 Paolo RUFFINI (Pd) RAI INTERNATIONAL Piero BADALONI  (Pd) RAI EDUCATIONAL – RAI Storia  Gianni MINOLI  (Pd – Prodiano) RAI SAT  Carlo FRECCERO (Pd) . . .  

De Benedetti fa marcia indietro e rimane a capo dell’impero mediatico multimediale di sinistra, il Gruppo Espresso……

. L’affarista miliardario nonché nemico giurato di Berlusconi aveva annunciato qualche tempo fa in pompa magna che si ritirava dalle scene e dal gruppo Espresso-Repubblica Oggi un trafiletto su Repubblica ci informa che: De Benedetti rimane presidente del Gruppo Editoriale L’Espresso http://finanza.repubblica.it/News_Dettaglio.aspx?del=20090225&fonte=RPB&codnews=207176 Ovviamente, prosegue il trafiletto, “L’ing. De Benedetti, in qualità di presidente ed editore, si riserverà di proporre al Cda la … Continua a leggere

Il Lodo Alfano non vale all’infinito……..

Il Lodo Alfano non vale all’infinito – Berlusconi sarà processabile alla fine di questo mandato; sarà processato anche se viene rieletto o eletto Presidente della Repubblica. Questo perchè il Lodo Alfano è una norma a protezione del risultato delle libere e democratiche elezioni, a protezione del mandato ricevuto da Berlusconi dalla maggioranza degli elettori. Una norma limitata nel tempo, quindi contro … Continua a leggere

L’informazione politica in Italia, sulla carta stampata, sul web , in tv, è in mano alla sinistra….

. L’informazione politica in Italia, sulla carta stampata, sul web, in radio, in tv, è in mano alla sinistra, a giornalisti di sinistra e soldatini vari di sinistra. Così come sono di sinistra il 95% dei giornalisti. La riprova la hai sotto gli occhi: OK NO  è un “aggregatore di notizie” e non è un caso che il 95% delle notizie … Continua a leggere

Mills/Berlusconi…I compagni, manettari ed antigarantisti, dimenticano che per la nostra Costituzione, l’imputato è considerato innocente fino alla sentenza definitiva, quella di terzo grado…..

I compagni, manettari ed antigarantisti, dimenticano – anzi, fanno finta di dimenticare –  che per la nostra Costituzione, l’imputato è considerato innocente fino alla sentenza definitiva, quella di terzo grado. Dimenticano anche, i compagni, che ci portano ad esempio il nuovo faro della sinistra, gli USA ( a proposito, avete notato ? antiamericani ed antimperialisti, sono come per magia, spariti…) … Continua a leggere

Berlusconi e i Desaparecidos: Nell’era di internet alla sinistra non è più concesso mentire , falsificare e mistificare…viene subito scoperta….

La sinistra, che ormai puzza di cadavere, anche quest’oggi utilizza la falsificazione, la mistificazione e la disinformazione come arma politica. I classici metodi che usava Stalin ed il PCUS, il partito comunista sovietico. Nell’era di internet non vi è pero’ più concesso mentire , falsificare e mistificare come allora, venite subito scoperti. Qui sotto il video (messo in giro ovviamente … Continua a leggere

Caso Mills: Gli italiani non ci cascano più e rifiutano l’idea , cara alla piccola e rumorosa curva giustizialista, che i processi siano “tempi supplementari” rispetto all’esito delle democratiche elezioni….

Dei 600mila dollari che Mills avrebbe ricevuto non esiste traccia riconducibile a Berlusconi, tanto che nel capo di imputazione si cita solo Carlo Bernasconi (defunto). Inoltre il reato contestato a Mills è prescritto, perchè il presunto versamento contestatogli è del 2 febbraio 1998, più di dieci anni fa. La Corte di appello ribalterà sicuramente, a favore di Mills (secondo la Costituzione … Continua a leggere